Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Uccide la madre con 70 coltellate, Ausilio potrebbe essere dichiarato incapace di intendere e di volere

07 / 07 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Potrebbe essere dichiarato incapace di intendere e di volere Vincenzo Ausilio, l'uomo che il 22 novembre 2012 uccise la madre con circa 70 coltellate nel rione Petrosino, a Salerno. Come riporta oggi ‘Metropolis’, il professore Antonello Crisci, perito nominato dalla Procura di Salerno, domani farà visita all'uomo ricoverato presso l'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa. Ausilio in primo grado fu condannato a 16 anni di carcere ed a 3 di ricovero obbligatorio presso la struttura casertana, ma, nel caso l'uomo fosse ritenuto incapace di intendere e di volere nel momento dell'omicidio della madre, la pena potrebbe ridursi di quei 16 anni di carcere e trasformarsi in un ricovero obbligatorio fino a 10 anni presso l'ospedale psichiatrico di Aversa. La perizia sarà pronta per la prossima udienza fissata per il 18 ottobre.
salerno omicidio madre coltellate coltellate psichiatra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.