Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Regione, approvata la legge anti De Luca. Il sindaco di Salerno deve dimettersi per sfidare Caldoro

01 / 08 / 2014

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Passa la Finanziaria in Regione Campania, ma, soprattutto, passando alcune norme contenute nel maxi emendamento che danno un significato, ancora più politico, al voto. Perché la mossa di Stefano Caldoro di porre la fiducia nel maxi emendamento di quasi 50 pagine ricompatta, di fatto, tutto il centrodestra, che vota a favore pur di non andare a casa un anno prima del voto. E poi lancia un segnale chiaro agli avversari: per il prossimo anno è già partita la battaglia elettorale.

Sbarramento ed ineleggibilità. L'atto politico più importante approvato dalla maggioranza guidata dal governatore campano Caldoro è sicuramente l'innalzamento dello sbarramento dal 5% al 10% per le coalizioni, un chiaro segnale per tentare di frenare il Movimento 5 Stelle in Campania. Ma non solo. Péerchè con un'altra norma viene modificata l'incompatibilità dei sindaci-consiglieri regionali in ineleggibilità. Una modifica che, di fatto, inguaia in primis il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca che, a questo punto, per candidarsi il prossimo anno per la guida della Regione Campania, dovrebbe prima dimettersi da sindaco. Ma lo stesso problema lo ritroveranno anche tutti gli altri sindaci che vorrebbero confrontarsi con le elezioni regionali ma senza mettere a rischio la propria poltrona.

Riaperto il condono. E poi, come se non bastasse, con un vero e proprio colpo di teatro, Stefano Caldoro ha piazzato il colpo che davvero potrebbe garantirgli la conferma alla guida di Palazzo Santa Lucia. La riapertura dei termini del condono edilizio che potrà essere utilizzato da chiunque dimostri di aver realizzato l'opera abusiva prima del 1994
regione campania legge sindaci candidati sindaci candidati dimissioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.