Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Regionali, Caldoro difende De Luca: 'Anche se condannato si deve candidare'. Ma vuole spaccare il Pd

17 / 10 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


''Difendo il diritto alla candidatura per Vincenzo De Luca, perché la presunzione di innocenza é scolpita nella Costituzione, si attendano i diversi gradi di giudizio nel rispetto dell'autorità giudiziaria''. Lo scrive sulla sua pagina Facebook, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, evidenziando di essere ''garantista'' col sindaco di Salerno. ''In queste ore molti commettono l'errore di giudicare l'attività di Vincenzo De Luca tirando in ballo le sue vicende processuali - dice - E' sbagliato confondere e incrociare i diversi piani''. ''Ho avuto momenti di confronto duro con il sindaco di Salerno, che non ho mai cercato e provocato - sottolinea - Non dubito della sua onestà e credo che il giudizio sul suo operato debba limitarsi alla attività politica ed istituzionale''. ''Caro Vincenzo - conclude rivolgendosi direttamente al primo cittadino di Salerno - continua il lavoro con impegno e coerenza''. Chiaro che il pensiero di Caldoro non è certo quello di tendere una mano a De Luca quanto quello di spaccare il Pd visto che il sindaco di Salerno ha intenzione di candidarsi alle primarie per la scelta del candidato governatore e che proprio la sua discesa in campo rischia di creare non pochi problemi a Matteo Renzi.

regione campania salerno sindaco enzo de luca stefano caldoro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.