Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

OMICIDIO VASSALLO Il latitane Damiani arrestato a Bogotà disposto a collaborare

24 / 02 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il legale di Bruno Humberto Damiani, ritenuto dagli inquirenti in grado di fornire elementi su movente e responsabilità per l'omicidio del sindaco di Pollica Angelo Vassallo, ha presentato al governo colombiano una istanza di trasferimento in Italia dell'ex latitante. Damiani ha espresso la volontà di essere interrogato quanto prima dopo l'arresto eseguito dai carabinieri del Ros lo scorso 18 febbraio all'aeroporto internazionale di Bogotà. L'uomo, soprannominato 'il Brasiliano' per i suoi natali che gli garantiscono doppio passaporto, e' stato preso e sarà estradato sulla base di un'ordinanza di custodia cautelare dal 20 giugno 2011 per due tentate estorsioni con l'aggravante del metodo mafioso, ma su di lui pendono due altre misure della procura di Vallo della Lucania e di quella di Salerno legate a reati di droga. L'istanza che è stata presentata alle autorità colombiane, spiga l'avvocato Michele Sarno, "conferma la piena disponibilità di collaborare alle indagini e di chiarire la sua posizione. Damiani con questa decisione dimostra che non intende frapporre ostacoli alla sua estradizione in Italia nel più breve tempo possibile".
pollica omicidio angelo vassallo arresto arresto collaborazione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.