Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Omicidio di Elisa Claps, condanna a 30 anni per Danilo Restivo

24 / 01 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Per l'omicidio della studentessa potentina Elisa Claps, avvenuto a Potenza il 12 settembre 1993, la Corte d'Assise d'appello di Salerno ha confermato la sentenza di condanna a 30 anni di reclusione, con rito abbreviato, per Danilo Restivo. Sono state così accolte le ragioni dell'accusa e respinte le tesi difensive di innocenza dell'imputato. Danilo Restivo è rimasto impassibile di fronte alla conferma della sentenza di condanna a 30 anni. Filomena Iemma, la mamma di Elisa invece è scoppiata in lacrime. "Ci fosse stata mia figlia...", le prime parole di mamma Filomena. I fratelli di Elisa, all'uscita di Danilo dalla cella per il carcere, gli hanno detto: "Buon viaggio". "Solo pietà per quel carnefice ma nessun perdono". Lo ha detto la mamma di Elisa Claps al termine dell'udienza. "Elisa non è affatto in pace - ha detto Filomena Iemma - Elisa si sta rivoltando nella tomba, si rivolta sotto terra per come Danilo Restivo si è comportato. Si doveva comportare da uomo, ha detto di essere uomo. Se fosse stato uomo si doveva assumere le sue responsabilità, responsabilità di uomo, non da assassino e da carnefice quale è. Lui è soltanto un serpente dietro una siepe pronto ad avventarsi contro le persone". La mamma di Elisa lo dice a chiare lettere: "non lo perdonerò mai, il perdono bisogna conquistarselo e lui non lo ha fatto". 
omicidio elisa claps condanna danilo restivo danilo restivo killer
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.