Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Legalita` e rispetto per l`ambiente, tutte le battaglie dell`indimenticato sindaco di Pollica Angelo Vassallo

02 / 09 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Convinto ambientalista e noto come il 'sindaco pescatore', Angelo Vassallo aveva trasformato con il suo impegno Pollica, paese che sorge alle spalle del Monte Stella nel Cilento, in un borgo simbolo della sostenibilita' ambientale e della legalita'. Un amore per la terra e per il mare che Vassallo aveva trasferito nel suo modo di amministrare: nel gennaio del 2010 firmo' un'ordinanza che prevedeva una multa di mille euro per chi gettava a terra i mozziconi o la cenere di sigarette. Rigore e rispetto per la natura che permisero al paese del Parco del Cilento e Vallo di Diano di conquistare riconoscimenti quali le 'bandiere blu' e un buon rilancio turistico. Il 'sindaco pescatore' era stato eletto alla guida del paese per ben quattro mandati: dal 1995 al 1999, dal 1999 al 2004 e dal 2005 al 2010. Nel 2010 si era ripresentato: unico candidato era stato rieletto il 30 marzo con il 100% dei voti. Nel corso della sua esperienza politica aveva ricoperto anche il ruolo di consigliere della Provincia di Salerno. Oltre alla carica di sindaco, aveva occupato anche quella di presidente della Comunita' del parco, organo consultivo e propositivo dell'ente Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed era stato Presidente della Comunita' Montana Alento Monte Stella.
comune sindaco morto battaglie battaglie Pollica
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.