Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il sindaco di Agropoli si fa multare per evitare il commissariamento del Comune

08 / 03 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si fa multare dai vigili urbani del Comune che amministra per avviare un contenzioso legale-amministrativo che gli permetterà di tornare alla guida dell'Ente anche dopo la candidatura al consiglio regionale il prossimo 10 maggio. E' l'escamotage ideato dal sindaco di Agropoli Franco Alfieri, che eviterà le dimissioni e lo scioglimento del Comune proprio per una multa per divieto di sosta. Il sindaco si è fatto multare mettendo la sua auto in divieto di sosta ed aprendo, poi, un contenzioso giudiziario proprio con l’ente da lui amministrato. A questo punto la lite pendente incardina un procedimento che porterà alla sua decadenza da sindaco, prima del 29 aprile (data ultima per dimettersi e candidarsi alle regionali) e non allo scioglimento del consiglio comunale. Infatti l’assise municipale, il 12 marzo, si riunirà con all’ordine del giorno un solo argomento: «Contestazione causa incompatibilità al sindaco avvocato Francesco Alfieri per lite pendente». E il primo passo per arrivare alla dichiarazione di decadenza. «Si tratta di un escamotage – ha spiegato a “la Città” - per evitare i danni che deriverebbero dal commissariamento dell’ente per un anno. Non è solo una mia decisione, ma c’è una forte spinta popolare, che vuole che io vada ad occupare un posto alla Regione per risolvere i tanti problemi che ci sono sul territorio e sono stati causati, o comunque aggravati, da cinque anni di amministrazione regionale del centrodestra».

agropoli franco algieri sindaco multa candidato regionali
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.