Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Esercito a Cava de' Tirreni, Siani contro il sindaco

28 / 10 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“La richiesta del primo cittadino di Cava de’Tirreni, Marco Galdi, al Prefetto di mandare l’esercito in città, appare demagogica e inutile. Cava de’Tirreni non è Scampia. Viviamo, senza dubbio, un momento difficile e preoccupante sotto il profilo della sicurezza, ma certamente richiedere l’esercito è un’esagerazione”. Lo afferma in una nota il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Fabio Siani. “E’ necessario – aggiunge Siani – essere al fianco di tutte le nostre Forze dell’Ordine, unire gli sforzi, e creare una cabina di regia sul territorio che abbia nel Comune, nel sindaco e nell’assessore al ramo, i principali coordinatori, ottimizzando e valorizzando anche l’attuale organico del Comando di Polizia Locale. Galdi chieda con forza al Ministro dell’Interno di mantenere fede agli impegni assunti con il Comune e che prevedevano un rafforzamento dell’organico del commissariato di Pubblica sicurezza. L’onorevole Edmondo Cirielli, attraverso un’interrogazione parlamentare, ha già chiesto nelle scorse settimane un intervento al Ministro. Ci auguriamo che il sindaco voglia insistere su questo fronte, anziché concentrarsi su spot di natura prettamente demagogica ed elettorale. Il commissariato sconta una carenza di organico importante e sempre più spesso non riesce a garantire neanche il servizio di volante”.    

cava de tirreni sindaco marco galdi esercito siani fratelli ditalia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.