Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Due ditte salernitane si sfidano al festival nazionale dei fuochi d'artificio

29 / 08 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sono sei le ditte ''in campo'', che si contenderanno la 26/a edizione del Festival nazionale di arte pirotecnica ''Fuochi sul Basento'' in programma a Potenza, il 6 settembre, nella contrada San Luca Branca: oltre ai cinque trofei (su diversi aspetti dello spettacolo pirotecnico) l'edizione 2014 porta anche una novita', ovvero l'unione tra ''i fuochi'' e la musica, alla ricerca della sincronia delle sequenze di sparo e le note. Il cartellone e' stato presentato stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato il presidente dell'associazione San Luca Branca, Donato Telesca, il sindaco Dario De Luca, il presidente della Provincia, Nicola Valluzzi, e il governatore lucano, Marcello Pittella. Sono cinque le supercoppe in palio: ''Sicilia amatori'', per la ''migliore apertura'' della sequenza pirotecnica, ''Citta' di Potenza'' e ''Regione Basilicata'' per le migliori bombe da tiro, ''Amatori'' per la migliore bomba ''stutata'' e ''Gruppo espresso Sicilia'' per il miglior finale. La serata, dalle ore 20.30, comincera' con lo spettacolo piromusicale, con l'unione tra fuochi e musica, e il lancio delle 26 lanterne luminose, simbolo dei 26 anni della manifestazione. Subito dopo, sulle colline di Potenza, si sfideranno per alcune ore i sei maestri fuochisti di Genzano di Lucania (Potenza), Sant'Antimo, Visciano ed Ercolano (Napoli), Angri e Cava dei Tirreni (Salerno). Lo scorso anno si e' aggiudicato il trofeo la ditta Di Matteo di Sant'Antimo. ''Il festival - ha detto Pittella - deve diventare sempre piu' un grande attrattore sul quale la Regione vuole investire non solo per la qualita' artistica della manifestazione, ma anche per la capacita' di portare a Potenza migliaia di persone per un evento straordinario''. La contesa e' ''tra i migliori fuochisti d'Italia - ha aggiunto invece Telesca - che mostrano le migliori arti pirotecniche del Paese'' e per questo, secondo Santarsiero e De Luca ''bisogna valorizzare questo festival meglio possibile, facendone anche marketing della citta'''. 

angri cava de tirrenti fuochi artificio potenza festival nazionale basento
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.