Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Arrivano al Settembre Culturale di Agropoli Antonella Boralevi e Federica De Denaro

20 / 09 / 2013

|

Tiziana Illustrazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Arrivano ad Agropoli due volti noti del panorama televisivo e giornalistico nazionale, Antonella Boralevi e Federica De Denaro, protagonisti del “Settembre Culturale”, rassegna letteraria che si svolge al Castello Angioino Aragonese. Questa sera alle 20.30, Antonella Boralevi presenterà il libro “i baci di una notte”, mentre alle 19 sarà Paolo Maria Noseda a parlare del libro “La voce degli altri. Memorie di un interprete.”. Domani, sabato 21 settembre, alle ore 19, direttamente dal programma Rai “la vita in diretta”, sarà Federica De Denaro con il suo ultimo lavoro “la mia cucina in diretta”.  I “baci di una notte” di Antonella Boralevi parla di Santina, Santina non ha mai avuto niente dalla vita, ma si aspetta tutto. Sigieri, invece, ha avuto tutto e non si aspetta nulla. Hanno entrambi vent’anni. Sigieri è bello, annoiato, destinato ad essere un grande nella finanza londinese e ha un buco nel cuore. Santina ha lasciato la Sicilia, la grande fabbrica chiusa, il suo mondo umile, con una fiducia spietata nel futuro. Ma stasera si dice che forse è davvero arrivato il suo momento, stasera vuole aggrapparsi alla felicità. Ha solo il tempo di una notte per decidere se fidarsi del destino. Due esistenze destinate a non incrociarsi mai si toccano in una baita lontana da tutto, la notte di Capodanno. Un gruppo di ragazzi irraggiungibili e, a un tavolo di fortuna, accanto al gabinetto, due ragazze semplici, capitate lì per sbaglio. Cosa sei disposta a rischiare per essere felice? Tutto, si risponde Santina. E noi con lei. Fino al doppio, sorprendente, finale.  Il libro “la voce degli altri. Memorie di un interprete” di Paolo Maria Nosede racconta di un interprete che mette in comunicazione due o più mondi, culture e lingue, con un solo obiettivo: far comprendere anche ciò che le parole non dicono. È la voce degli altri. Paolo Maria Noseda, che da trent’anni traduce e interpreta, ha raccolto in questo libro storie, riflessioni e suggestioni per descrivere un mestiere sconosciuto e prezioso. Il libro è impreziosito dai racconti dal backstage della trasmissione “Che tempo che fa”, in cui Noseda svolge il ruolo di interprete “ufficiale”, dalla trascrizione di una conversazione inedita fra Bono Vox e Roberto Saviano, da una commovente lettera di ringraziamento di Daniel Pennac a tutti i suoi traduttori e da molto altro ancora.
 
 
agropoli settembre culturale antonella antonella federica de denaro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.